Apple ha riferito che 1000 ingegneri stanno lavorando sulla realtà aumentata e potrebbe implementare la tecnologia nel prossimo iPhone 8 (iPhone X).

Per il 10° anniversario iPhone potrebbe presentare un kit di sviluppo Software AR. L’azienda di Cupertino ha fatto numerose acquisizioni associate alla realtà aumentata, tra cui Prime Sense – azienda di rilevamento 3D con sede a Tel Aviv – la società tedesca Metaio, che ha creato un software che consente agli utenti di guardare i prodotti e poi applicare colori e risultati diversi, e RealFace, una società di Tel Aviv, che si concentra sul riconoscimento facciale.

Pare che Apple stia anche collaborando con Carl Zeiss per lavorare su un paio di occhiali intelligenti AR. Un dipendente Zeiss ha confermato la collaborazione durante il CES del mese scorso. Gli occhiali AR potrebbero essere annunciati al più presto questo anno.

Apple preferisce la realtà aumentata alla realtà virtuale

Apple sembra essere più interessata all’ AR piuttosto che alla realtà virtuale, perché la realtà aumentata collega le persone mentre la VR isola l’esperienza degli utenti convogliata nell’auricolare.

“Entrambi sono incredibilmente interessante,” Cook ha detto in un’intervista. “Ma il mio punto di vista è che la realtà aumentata è il più grande dei due, probabilmente di gran lunga.”

Le applicazioni AR, che consentono agli utenti di vedere immagini sovrapposte sulla visione reale del dispositivo attraverso la fotocamera, potrebbero Apple a prosperare.

Apple dovrebbe rilasciare tre nuovi iPhone a settembre, un modello da 4,7 pollici, 5,5 pollici e una versione da 5,8 pollici.