Tralasciando questioni inerenti al sito web – che deve essere responsive e aggiornato (eppure tantissimi di voi ancora non ce l’hanno) – vediamo quali sono le mosse giuste fai da te per ottimizzare la presenza online degli hotel. Non si tratta di operazioni tecniche complicate, anzi possono essere tutte curate anche direttamente dall’albergatore in persona.

1- FOTO: Usale per aggiornare il tuo sito, postale su Instagram e Facebook. Falle bene, impara ad usare un cavalletto, orizzontali, in bolla, luminose, ad alta risoluzione. Se hai uno smartphone di ultima generazione va bene, altrimenti una reflex. Se non sei in grado di farlo, investi dei soldi in un professionista: un giorno di lavoro, con tutti gli ambienti pronti e allestiti, ti porterà tantissime foto da utilizzare durante l’anno. Puoi avere il sito più performante del mondo, ma sono i contenuti visuali che ingolosiranno i clienti. La tua necessità è di avere tanto materiale, da postare con continuità durante la stagione. Una foto con un aspetto professionale vince 10 a 0 contro una foto storta o sfocata con il cellulare. E ormai gli utenti richiedono una certa qualità dell’immagine. Nel tuo sito web mostra per ogni tipologia di camera una sezione dedicata alle foto d’interni, senza tralasciare i bagni. Foto ampie che spiegano ai curiosi le dimensioni, fatte da almeno 3 angolazioni diverse. Tanto poi te le chiederanno se non le mostri, e se mostri quelle di un’altra camera ti porterà solo problemi.

2- GOOGLE MY BUSINESS: Ancora nel 2017 ci sono attività commerciali che non sono registrate su Google Maps, è una cosa che non può succedere. E’ fondamentale per le ricerche local, ed è fondamentale che la scheda sia arricchita da più informazioni possibile. Tutte le categorie relative alla tua attività devono essere compilate, sarà l’unico modo per trovarti se qualcuno cerca una tipologia di servizi legata al tuo business. Inserisci una bella descrizione del tuo albergo, usa parole chiave e grassetto per sottolineare gli aspetti importanti dei tuoi servizi. E’ tutto grasso colato per l’indicizzazione della tua struttura sul motore di ricerca. Inserisci delle belle foto ad alta risoluzione, saranno le prime che verranno fuori nei risultati di ricerca. Puoi realizzare il virtual tour Street View per mostrare più chiaramente gli spazi interni di camere e bagni e potrai integrarli con un embed-html dentro le pagine del sito e di Facebook, in modo da fornire una panoramica ben precisa agli utenti che ti cercano.

3- RECENSIONI: sono importanti, sia sulla scheda Facebook ma soprattutto su quella di Google. Fattene fare almeno una trentina. Non trascurare neppure Tripadvisor, ma ricorda che la gente cerca prima su Google, e se hai 5 recensioni i robot di ricerca ti daranno meno importanza rispetto ad averne 100. Rispondi a quelle negative senza perdere la testa.

4- VIDEO: I contenuti sono il nuovo SEO. Non dimenticarti di creare un canale di Youtube e caricare dentro contenuti ben descritti, con keyword e tag. Se vuoi pubblicare video per una campagna, falli bene. Il che non significa per forza chiamare un professionista, se il budget di quest’anno non lo prevede ( pensa però che in Usa OGNI azienda prevede un budget per la comunicazione video). Realizza contenuti che siano in qualche modo interessanti per gli utenti. Se sono interessanti e brevi ancora meglio. Riprese FERME, a fuoco, su cavalletto, ricorda che non devi infastidire. Registra qualche customer satisfaction video, dove qualche cliente fidelizzato spiega perchè vale la pena venire nel tuo hotel. Registra qualche diretta live su Facebook durante gli eventi. Studia qualche messaggio relativo ai tuoi punti di forza, senza mostrare immagini obsolete delle tue camere o della tua sala ristorante. La gente non ha più voglia di carrellate sui tuoi buffet! Hai uno chef molto bravo? Lancia un tutorial settimanale di cucina, oppure con il tuo salvataggio crea delle lezioni di nuoto online direttamente nella tua piscina. Hai solo l’imbarazzo della scelta, e non dire che non hai niente da offrire con un video.

5- #HASHTAG: Promuovi uno slogan e incoraggia i tuoi ospiti a usarlo. Crea un angolino dell’hotel, una selfie-station, uno specchio o un fondale dove tutti potranno fare #lafotodeltuohotelconiltuohashtag. Pubblicità gratis su Instagram.

6- SOCIAL: I social vanno CURATI, non gestiti. Ci sono numerose aziende che lavorano sui grandi numeri, gestiscono centinaia di pagine assicurando un numero di post settimanali al cliente. Se pensate che questa cosa possa in qualche modo convertire vi sbagliate di grosso. Queste aziende NON POSSONO fare un lavoro ad-hoc per ogni pagina. E se i contenuti non sono di qualità, sono semplicemente inutili. Risparmiate i soldi, investiteli in freelance o aziende che puntano alla qualità e non alla quantità. Richiede tempo e cura, se vi offrono un servizio low cost sarà per forza un servizio low level. E’ preferibile allora assumere una figura interna all’azienda, che possa raccontare da dentro le attività dell’hotel.

7- BOOKING & OTAS: Booking spende un mare di soldi in sponsorizzazioni, è ben indicizzato ed essere presenti con un bel portfolio fotografico a regola d’arte ti servirà sicuramente. Piuttosto che combatterle meglio allearsi. Non c’è bisogno di buttarci dentro tante camere, alla fine tu ci guadagnerai di meno a venderle da li, però sii presente per assicurarti un ottimo posizionamento nel motore di ricerca.