Scroll to top

Come la realtà aumentata e la realtà virtuale stanno trasformando il settore immobiliare

Nel mondo di oggi, l’interazione tra virtuale e reale stanno raggiungendo numeri mai visti: si stima che entro il 2023, ben 160 miliardi di dollari verranno investiti nel settore della realtà virtuale e aumentata.

Un esempio pratico, molto interessante, riguarda il mondo dell’immobiliare, dove queste tecnologie vengono utilizzate per permettere tour virtuali di immobili in vendita o in procinto di essere ristrutturati.

E in questo modo ci guadagnano sia gli agenti immobiliari che i potenziali clienti. Come? Continua a leggere per scoprirlo!

Immobili immersivi: come realizzarli e perché?

Di seguito una lista di 8 modi in cui la realtà aumentata e quella virtuale stanno cambiando il mondo dell’immobiliare di oggi.

1. Fotografia 3D

La fotografia 3D nelle inserzioni immobiliari sta diventando un aspetto del quale i clienti non possono fare a meno. Infatti, grazie ai progressi che la fotografia sta facendo, il mercato immobiliare può rappresentare con precisione l’aspetto e le dimensioni degli edifici, mantenendo invariate le proporzioni tra gli oggetti.

E se in precedenza ciò era possibile solo visitando l’immobile, ora è normale consultare e fidarsi di Internet, dove sono condotte buona parte delle ricerche immobiliari.

2. Virtual tour

Avere la possibilità di fare un tour virtuale di una proprietà che sorge a migliaia di miglia di distanza sta senza dubbio rivoluzionando il modo in cui opera il mercato immobiliare.

Non sono più necessari appuntamenti, visite, ore perse a guardare immobili e scoprire che non sono come venivano descritti: con l’avvento dei virtual tour questo processo si è snellito e velocizzato. Un potenziale cliente può così vedere ogni aspetto di una proprietà tramite il suo telefono o pc.

3. Interior design in realtà aumentata

Grazie alla realtà aumentata si può mostrare ai clienti come sarebbero le proprietà modificandole secondo le loro richieste. Infatti, la tecnologia AR permette di trasformare immagini piatte in esperienze 3D interattive o trasformare una planimetria in una replica digitale di una proprietà.

Utilizzando questa tecnologia, gli agenti immobiliari potrebbero stringere accordi con alcuni negozi di arredamento per la casa o interior designer, dividendo i costi della creazione dell’applicazione in AR e aumentando i guadagni.

4. Vedere un immobile prima ancora di crearlo

Grazie al progresso della tecnologia VR, è possibile costruire un modello realistico di un progetto che magari esiste solo su carta, in modo da presentarlo a investitori e acquirenti.

Tramite delle immagini generate al computer (CGI), si possono modellare degli interni e inserire l’arredamento con modelli 3D, creando dal nulla un immobile.

5. “Messa in scena” virtuale

Una proprietà vuota può essere difficile da trasformare in una casa accogliente tramite le parole, ma è diventato possibile modificando le foto 3D o a 360° con il computer.

In questo modo si può mostrare ai clienti come saranno gli spazi una volta arredati, includendo tutte le funzionalità di cui hanno bisogno nel decidere se acquistare o meno. Se una persona riesce ad immaginarsi in un luogo, si hanno più probabilità di venderglielo.

6. Tempo risparmiato

Uno dei vantaggi più apprezzati dell’utilizzo della realtà virtuale e aumentata è sicuramente l’enorme risparmio di tempo sia per gli acquirenti che per i venditori. Infatti, visitare un luogo di persona è ancora la scelta più apprezzata, ma anche quella che richiede più tempo.

Consultare gli immobili online, tramite tour virtuali, prima di decidere quali vedere di presenza è un primo passaggio utile per accorciare i tempi necessari.

7. Taglio dei costi

Oggigiorno, AR e VR hanno il potenziale per sostituire tutte le tecniche di marketing tradizionali utilizzate nel settore immobiliare.

Un esempio lampante sono gli opuscoli con le foto delle proprietà che rimarranno solo un ricordo del passato. Infatti, grazie ai tour virtuali sul sito dell’agenzia si potranno risparmiare tempo e denaro sui costi in corso di progettazione, compilazione, stampa e aggiornamento dei fascicoli da presentare ai clienti.

8. Presenza mondiale

Senza doversi spostare da casa, gli acquirenti di tutto il mondo possono visitare le proprietà esistenti o in via di costruzione che si trovano in qualsiasi luogo.

Questo non solo rende il processo di ricerca e acquisto più semplice di quanto non sia mai stato, ma trasforma anche il settore immobiliare nel suo insieme. E così si espande la portata delle imprese immobiliari e i loro profitti.

La tecnologia, infatti, ha notevolmente accelerato l’intero processo di vendita, dal contatto iniziale fino all’acquisto vero e proprio dell’immobile.

Related posts